moony witcher
Fantasio Festival
mappa fantasio festival fotogallery prenotazioni per le scuole
mangiare e dormire
Ministero Pubblica Istruzione
Regione Umbria
Provincia Perugia
Comune Perugia
Unicef
 
 


indietroVuoi avere un drago per amico?

Al Fantasio Festival si può: quattro sorelle particolari svelano i loro segreti per riconoscere (e farseli amici) gli avventurosi animali di fuoco e fiamme

Nei laboratori del Fantasio Festival la creatività vola alto (e scotta!!!): ce lo raccontono le Sorelle O'Dragons durante l'avventuroso viaggio nel mondo dei Pyri. Le Sorelle O'Dragons sono quattro amiche (Raffaella, Giulia, Micaela ed Erica) piene di idee che hanno deciso di realizzare un grande progetto. Il mondo delle O'Dragons è popolato da enormi draghi provenienti da un'altra dimensione. Un gruppo di esseri umani, le Sentinelle, si è votato alla loro protezione e li ha resi invisibili, ma qualcuno può ancora vederli: persone speciali, destinate a diventare amici dei draghi o, a loro volta, Sentinelle. Chiunque può entrare nel mondo delle O'Dragons, attraverso il primo libro di una serie, “Il Più Grande Mistero di Sligo Town”.

«Allegria, fantasia, stupore: sono tutte qualità che associamo ai bambini. Questo significa forse che quando si diventa adulti bisogna dimenticarsene? Noi pensiamo di no. Noi vogliamo ancora credere ai draghi e alla magia, vogliamo stupirci insieme ai bambini del Fantasio Festival e vogliamo raccontare loro una storia oppure, chissà, regalare loro un sogno - racconta Giulia - Durante il Festival, quindi, terremo diversi laboratori, in cui insegneremo, a chiunque voglia ascoltarci, come riconoscere un drago quando lo si incontra, come comportarsi per non urtare la sua sensibilità e, se abbiamo compiuto nel modo giusto tutti i passi precedenti, come farci amicizia. Racconteremo la storia di Nathan, un bambino che non ha avuto la fortuna di partecipare ad uno dei nostri laboratori e quindi ha dovuto imparare tutto da solo, a sue spese, ma che alla fine ha ricevuto il regalo più grande che si possa immaginare: cinque nuovi amici (un drago e quattro sorelle un po' strane). Insomma: parteciperemo al Festival con tutto il nostro entusiasmo, la nostra voglia di fare amicizia e la nostra fantasia».

Come nascono le sorelle O'dragons

«Il seme della nostra storia - prosegue Giulia - nasce dalla fantasia di una di noi, Micaela, che ha sempre coltivato un'immensa passione per i draghi. La ragazza in questione ne ha parlato così a lungo durante serate, per il resto un po' fiacche, che alla fine le abbiamo dato retta. Essendo persone di
grandi e diversi talenti, ognuna di noi ha aggiunto qualcosa al nucleo originale: Micaela ha
pensato ad un nome per i draghi, battezzandoli Pyri. Sull'origine di questo nome girano diverse leggende, ma lei non ne conferma una in particolare.Raffaella ha aggiunto storie alla storia, con grande fantasia e gusto per l'inedito; Erica ha scritto il Libro, quello con la lettera maiuscola, mettendoci del suo e Giulia, infine, ha illustrato e reso quasi reali tutte le nostre idee».

 
Rai TRE Radio Subasio
kataweb lafragola.it
Aics Arpa Umbria
Cgd Pedagogica
Usr UniversitÓ per stranieri
arti e Mestieri Coni
UniversitÓ