moony witcher
Fantasio Festival
mappa fantasio festival fotogallery prenotazioni per le scuole
mangiare e dormire
Ministero Pubblica Istruzione
Regione Umbria
Provincia Perugia
Comune Perugia
Unicef
 
 


indietro
Musica anche per i grandi al Fantasio Festival

Con "90 secondi all'inferno",  storie struggenti e musica dolcissima: jazz reading proposto da Gianluca Monastra e Massimo Basile

FantasioFestival, Perugia
venerdì 20 aprile, ore 21
teatro Pavone
ingresso: 7 euro

Storie maledette e musica dolcissima. Cadute nel baratro e pezzi struggenti. Il jazz è un inferno che non brucia né distrugge, ma esalta il talento. Ma qual è il suo segreto, cosa scatena l’estro della dannazione?  Questa la scintilla di un jazz reading che accompagna un repertorio di standard e brani scelti dai più celebri songbook. Un jazz reading che attraversa storie, musica, leggende e unisce piccoli momenti di vite che raccontano quanto l'inferno possa essere presente, dentro di noi, nelle piccole cose di tutti i giorni.

Si parte dal 1960, da un’anonima stazione di benzina in Versilia. Chiuso nel bagno del distributore, la polizia trova Chet Baker, la più grande tromba “bianca” della storia del jazz. Chet è sporco di sangue, barcolla, parla a fatica è stordito dalla droga. Leggendo i rotocalchi l'Italia più ingenua della storia — quella che aveva appena comprato i primi frigoriferi e fischiato la “scandalosa” Dolce Vita di Fellini — scopre dalla parabola del James Dean del jazz la droga, il sesso, cose lontane, un altro pianeta. Chet, senza saperlo, turba la coscienza borghese di molti e dà coraggio ai giovani che sognano di scavalcare il muro. Il fuoco dell’entusiasmo e della ribellione del ’68, con otto anni di anticipo. Da quel bagno, un messaggio: Chet, l’inferno che scatena energie.

Dalla Versilia alle notti ad Harlem di Billie Holiday, la cantante piegata da violenza ed eccessi, ma resa più forte dalla rabbia per il razzismo e immortale dalla sua voce di velluto. E poi Django Reinhardt, diventato unico e inimitabile dopo l’incendio del suo carrozzone di gitano. Chalie Parker, il sax degli assolo impossibili e bestiali che mescolavano Stravinskij a Louis Armstrong. Dizzy Gillespie il jazzman che sognava di diventare presidente degli Stati Uniti. Robert Johnson, la leggenda più gotica e sgangherata della storia del blues, fra riti voodoo e patti col diavolo. John Coltrane, l’uomo che scriveva poesie sugli spartiti e affascinava anche il killer pagato per toglierlo di mezzo. Earl Hines, il pianista che imparò a suonare grazie a due gemelli: un maestro per la mano destra, l’altro per la sinistra. Herbie Hancock, che mescolava il jazz alla disco music e recitava il mantra buddista in camerino. Stan Getz, Joao Gilberto, la bossanova lontana da Ipanema e la stagione dei tradimenti nelle camere d’albergo di New York. Attimi di vita. Tuffi nell’inferno lunghi il tempo di una sigaretta, un assolo di sax. Viaggi di novanta secondi. Per scoprire che l'inferno di un istante non è una cosa da rifuggire, ma un modo di scoprire l’anima delle cose, conoscerle fino in fondo.

GLI AUTORI
Massimo Basile e Gianluca Monastra, giornalisti, fiorentini, vivono e lavorano a Roma. Hanno scritto il romanzo “Un’estate con Chet”, (Nutrimenti), tradotto e pubblicato in Francia, Belgio, Canada e Svizzera. I racconti “90 secondi all’inferno”, sono usciti sulla rivista Jazz.it.
La raccolta dei racconti, illustrata dai disegni di Francesco Chiacchio, è stata pubblicata a marzo da Luciano Vanni editore.

IL JAZZ READING
Massimo Basile & Gianluca Monastra
Le storie

Michael Supnik (voce e tromba)
Andrea Pintucci (contrabbasso)
Arturo Valiante (pianoforte)
La musica

Francesco Chiacchio
Le immagini

Luciano Vanni
produzione


 
Rai TRE Radio Subasio
kataweb lafragola.it
Aics Arpa Umbria
Cgd Pedagogica
Usr UniversitÓ per stranieri
arti e Mestieri Coni
UniversitÓ